spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

Farts Vs Zombies : puzzette e zombie un connubio perfetto

Siete stanchi dei soliti giochi ? Stanchi dei giochi sugli zombie? Beh, allora forse vale la pena leggere questo articolo. Si perché vogliamo parlare di un gioco un po’ trash, ma molto molto divertente.

Le App sulle “Farts” ( le puzzette) ne è pieno l’App Store e diciamolo pure ci fanno anche un po “schifo”. Però magari se uniamo le Farts con i Zombies ? Se le Farts diventano l’unica arma che abbiamo per sconfiggere gli zombie ? Allora scaricatevi “Farts Vs Zombies”, lo so state pensando che siamo stupidi, immaturi ma vi assicuro che è molto divertente.

In Farts Vs Zombies dovremo uccidere gli zombie con delle nubi di gas provenienti dal personaggio principale John Farter, un sosia di Chuck Norris che si china sul lato sinistro dello schermo trangugia prodotti alimentari vari, al fine di generare odori il più sgradevoli possibile per gli zombie che arrivano dal lato destro dello schermo.

I prodotti alimentari provengono dal basso da un nastro trasportatore. Ogni pietanza ha un colore diverso e una volta che il pasto è stato consumato e digerito (richiede circa un secondo), il colonnello genera una nube “peto” che corrisponde al colore del pasto digerito.

Quindi tracceremo un percorso per la nuvola fino alla  faccia di qualche sfortunato zombie. Alcuni zombie possono essere eliminati da qualsiasi “puzzetta” colorata , ma molti devono essere eliminati con una “puzzetta” di un colore particolare.

Se non lo avete capito si tratta di un “line-drawing” satirico e irriverente tanto che alcuni degli zombie sono caricature di personaggi importanti : il Papa, Hitler, e Michael Jackson. Abbiamo letto numerose recensioni negative che riguardano questo gioco, ma noi non capiamo questo accanimento; Farts Vs Zombies è un gioco simpatico certo un po’ trash, ma veramente irriverente e dal prezzo invitante.

Farts Vs Zombies prezzo : 0,79€

Condividi qui con i tuoi amiciShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on StumbleUpon

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.