spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

Le identità rubate su iPad: come stanno le cose

In queste ore è circolata la notizia sulla presunta falla scoperta da hacker su iPad. Blog, giornali, internet, tutti ne hanno parlato ponendo l’accento (guarda caso) sulla vulnerabilità dell’appena nato iPad, cercando di scalfire il successo mondiale che sta indubbiamente riscuotendo.

“..circa 114mila nomi che corrispondono ad altrettanti proprietari di iPad… potrebbero finire nel mirino degli hacker… migliaia di vip, i cui numeri di telefono ed indirizzo email sono così diventati pubblici e potenzialmente preda degli hacker o degli spammer”, questo il tono delle notizie circolate sulla stampa non specializzata che ha creato un certo allarme sensazionalista ma poco rispondente alla realtà dei fatti.

Infatti non è l’iPad ad essere vulnerabile ma lo è stato il sito Web della compagnia telefonica AT&T. Un gruppo di “burloni” ha scoperto che,  mandando al sito stesso delle richieste via Web contenenti un codice ICC-ID (l’identificativo di una SIM cellulare) e un altro parametro User-Agent uguale a quello dell’iPad, il sito restituiva l’indirizzo di posta elettronica  associato a quell’ICC-ID. Inviando una quantità consistente di codici ICC-ID a caso, i suddetti burloni sono riusciti a recuperare circa 114.000 indirizzi  e-mail dei primi utenti dell’iPad 3G, pubblicizzando questo exploit con il sito di gossip Gawker (da qui lo scoop).

Inoltre la corrispondenza dei malcapitati utenti non è stata violata, perché l’hack (se così si può definire) rivelava solamente gli indirizzi e non le password o altri dati anagrafici. Ancora, i nomi degli utenti non sono stati pubblicizzati, a meno che questi non coincidessero con la e-mail (tra l’altro l’indirizzo usato per l’account iTunes e non necessariamente quello principale o di lavoro).

Quindi va sicuramente ridimensionata la portata di questo ‘hack’ , perché oltretutto gli utenti coinvolti sono stati solamente i clienti in abbonamento di AT&T e non altri.

[fonte]

Condividi qui con i tuoi amiciShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on StumbleUpon

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com