spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

spazioiPhone intervista Michele Aiello, autore di Win For Life e SuperEnal8 (1° parte)

spazioiPhone con lo scopo di far rendere conto a tutti gli appassionati qual’è il lavoro dietro lo sviluppo di un’applicativo per la piattaforma iPhone vi propone l’intervista a Michele Aiello. Michele Aiello è lo sviluppatore che ha ideato SuperEnal8 e Win For Life che hanno praticamente sbancato l’App Store.

logoIntervista

Iniziamo a conoscere un po’ più da vicino Michele, che ci racconta un po’ della sua vita privata :

Ho 37 anni, vivo a Roma, sono sposato da 10 anni e ho 2 bambini, rispettivamente di 4 e 2 anni. Lavoro nell’informatica praticamente da sempre e mi sono avvicinato allo sviluppo per iPhone da circa un anno anche grazie all’incoraggiamento e al supporto di un gruppo di amici che si sono lanciati con me in questa avventura.

Naturalmente avendo due bambini è impegnatissimo soprattutto come papà.

Con la seconda domanda entriamo subito nel vivo delle sue applicazioni  e gli chiediamo come sia nata l’idea di Win For Life :

In realta’ il tutto parte dall’idea di SuperEnal8 (la mia prima app) ed è un idea di mia moglie. A Gennaio di quest’anno ero a caccia di idee da implementare sull’iPhone e mia moglie ha notato che non esistevano applicazioni per il SuperEnalotto. Allora ho immediatamente deciso di sviluppare qualcosa di utile e originale per gli appassionati di questo gioco ed è venuto fuori SuperEnal8 che è stato un grosso successo soprattutto quest’estate con il montepremi sopra i 100 Milioni di Euro.

Con questo ci fà capire che Win for Life è la naturale evoluzione.  Che nasce subito dopo aver saputo dell’uscita di questo nuovo gioco. Gran parte del lavoro è stato assorbito dalla ricerca degli algoritmi di generazione, anche perchè la parte più complicata è stata gestire il numero elevatissimo di estrazioni (13 al giorno per tutti i giorni).

Michele continua dicendo :

In entrambi questi applicativi l’algoritmo si basa sulla miscelazione dei numeri preferiti dell’utente, i numeri in ritardo e i numeri più frequenti tramite tre slider posti nella schermata principale. Muovendo questi slider si ha la possibilità di dare maggior peso ai vari parametri sino ad ottenere il mix migliore e che più ci soddisfa. Adattare questo algoritmo al Win for Life  non è stato banale ma alla fine il risultato è molto soddisfacente e le recensioni positive degli utenti mi hanno ampiamente ripagato dello sforzo.

La successiva domanda è per capire quale sia l’approccio per lo sviluppo di un’applicazione per iphone :

Io in genere parto dall’idea di base e cerco di capire come adattarla al mondo iPhone e ad un utenza che usa le applicazioni in mobilita’. Sviluppare applicazioni per iPhone e’ sostanzialmente diverso da svilupparle per un desktop e tipologie differenti di applicazioni richiedono approcci differenti. Io al momento mi sto concentrando sulle utility, un tipo di applicazione che ha un interazione molto ben definita: tipicamente l’utente ha una necessita’, prende l’iPhone, avvia l’applicazione adatta a quella esigenza, la consulta/usa per un paio di minuti e poi la chiude. Quindi in questi casi bisogna fornire delle applicazioni molto agili, veloci, con un’interfaccia chiara ed elegante e che forniscano poche funzioni ma molto ben indirizzate a risolvere un problema o una necessita’ che degli utenti potrebbero avere.

Siamo convinti che lo sviluppo di applicazioni per iPhone è un campo molto nuovo e interessante in cui è decisivo avere idee nuove e originali.

spazioiphone chiede a  Michele : Qual è stata la tua prima applicazione ?

Come ho già accennato la mia prima app è stata SuperEnal8, dedicata al SuperEnalotto. In realtà prima di questa avevo provato un’altra applicazione che però richiedeva una collaborazione con una grossa ditta italiana. L’idea era molto buona e anche la realizzazione era molto molto promettente ma purtroppo alla fine, per motivi assurdi, non è stato possibile trovare un accordo per questa applicazione. È un vero peccato perché poteva essere una applicazione di grosso successo.

Vi diamo appuntamento alla seconda parte dell’intervista con Michele Aiello.

Condividi qui con i tuoi amiciShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on StumbleUpon

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com