spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

Apple proibisce il jailbreaking : cambiano le regole per chi sviluppa su iPhone OS

Apple diventa più aggressiva verso gli sviluppatori che creano applicazioni per iPhone con jailbreak. In base alle ultime notizie provenienti da Cupertino, l’azienda ha recentemente aggiornato il suo “iPhone Developer Program License Agreement” – L’accordo che sono tenuti a rispettare tutti gli sviluppatori che aderisco al programma di Apple prevede esplicitamente  il divieto al jailbreaking, assistere il jailbreaking, o sviluppare e distribuire applicazioni per il jailbreak.

Ars Technica rivela che le precedenti regole prevedevano il divieto allo sviluppo di applicazioni che violavano la  privacy,  i diritti intellettuali, o istigavano alla violenza. Queste nuove regole invece pongono dei divieti agli sviluppatori sulla possibilità di effettuare il jailbreak sui propri telefoni.

Il nuovo accordo limita agli sviluppatori anche di assistere altri nel  “jailbreaking dei loro telefoni cellulari, tra cui lavorare per progetti come QuickPwn o PwnageTool.” A febbraio Apple aveva pubblicamente definito la sua posizione giuridica sull’ iPhone jailbreaking, sostenendo che esso rappresenta una violazione del copyright e di una violazione del DMCA.

Inoltre, la relazione afferma che è vietato agli sviluppatori di utilizzare l’ SDK, per sviluppare applicazioni e distribuirle in altri canali che non siano l’ App Store, infatti le applicazioni potranno essere ditribuite solo tramite l’App Store.

Alcuni sviluppatori frustrati dal silenzio o dalla mancanza di approvazione da parte di Apple in App Store delle proprie applicazioni, hanno interrotto lo sviluppo o iniziata la distribuzione dei loro applicazioni su store non ufficiali come Cydia. Un’altra imposizione che Apple ha recentemente inflitto agli sviluppatori riguarda il divieto di divulgazione delle lettere di rifiuto di Apple delle loro applicazioni sull’Apple Store (iPhone Developer NDA). Insomma Apple continua nella sua politica restrittiva, vedremo che reazione avranno le migliaia di programmatori che sviluppano sulla piattaforma iPhone OS.

[fonte]

Condividi qui con i tuoi amiciShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on StumbleUpon

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com