spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

FarmaciaPlus: una farmacia a portata di iPhone

FarmaciaPLus può essere considerata una vera e propria enciclopedia “ambulante” dei farmaci disponibili in Italia.

L’applicazione si basa su un archivio contenente migliaia di monografie complete relative a 6000 farmaci, per circa 13.000 formulazioni. Potremo accedere in maniera rapida ed efficiente alle schede tecniche di ciascun farmaco ed effettuare ricerche per nome, principio attivo o  casa farmaceutica.

Non solo. L’applicazione consente la ricerca di parole (o parte di esse) nel corpo delle monografie, utile per indicazioni terapeutiche, effetti indesiderati e interazione tra i farmaci. Gli sviluppatori aggiorneranno ogni tre mesi l’archivio, inserendo i nuovi farmaci immessi sul mercato, elimando quelli fuori commercio e completando eventuali carenze informative nelle schede tecniche.

L’utente potrà interagire con l’applicazione segnalando farmaci o altre informazioni utili, contribuendo al mantenimento del database. Inoltre avrà diritto gratuitamente agli aggiornamenti che verranno pubblicati. 

Dunque un’applicazione utile non solo ai professionisti del settore medico ma anche a coloro che per necessità personale o lavorativa avranno bisogno di accedere ad informazioni farmaceutiche.

Sotto alcuni screenshots.

L’applicazione è disponibile su App Store per 32,99€ e pesa 46.0 MB.

Condividi qui con i tuoi amiciShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

  • APPLICAZIONE VERGOGNOSA!

  • Scusate domanda per il blog…a me va spessissimo in errore ogni volta che faccio una ricerca o quando scrollo sui farmaci o entro nei dettagli
    Alcune volte per mancanza di memoria (non ho nessuna applicazione attiva) altre volte devo addirittura spegnere e riaccendere l’iphone.
    E’ normale ? mi sembra non professionale tutto ciò con quello che costa.

  • rigiriamo subito la tua domanda agli sviluppatori e ti facciamo sapere

  • Astice, succede anche a me! I soldi peggio spesi della mia vita! Sembra un brutto programma per Windows95 ma l’ho comprata lo stesso perché era l’unica nello Store. Ora ho visto che ce n’è una nuova, mi sembra decisamente meglio ma prima di buttare altri soldi aspetto. Dopo questa fregatura ci penso due volte a spendere altri 30 euro!!!

  • paolo m., vai tranquillo! ifarmaci funziona bene. qualcosa da migliorare, ma niente a che vedere con farmaciaplus.

  • l’importante è che non vada in errore come farma plus. tx

  • G.li sigori,
    FarmaciaPlus è un’applicazione iPhone in vendita da oltre 10 mesi ed ha moltissimi utilizzatori (per citare fonti Apple: FarmaciaPlus è l’applicazione iPhone italiana più venduta), i feedback che gli utenti hanno inoltrato direttamente od attraverso iTunes ci hanno in alcuni casi consentito di correggere anomalie, in altri casi
    suggerito validi spunti per il miglioramento dell’applicazione.

    Mi spiace rilevare che alcuni utenti incontrino, nell’utilizzo di FarmaciaPlus, tali inconvenienti e ci rendiamo disponibili a prenderli in esame per verificare quanto lamentato. Se dovessimo riscontare un problema sull’applicazione questo verrà senz’altro rimosso nel più breve tempo possibile. Invitiamo per questo coloro che lamentano inconvenienti a fornirci dettagli tali da poter svolgere le indagini del caso e magari, oltre a postarle sui siti come questo che ci ospita (e che ringrazio per averci fornito evidenza), anche a comunicarcelo direttamente.
    E’ inoltre possibile inviarci, tramite Apple, informazioni diagnostiche interne che iPhone registra automaticamente: per far questo è sufficiente che, quando si sincronizza l’iPhone con iTunes, si risponda OK alla richiesta di consenso all’invio dei dati diagnostici che compare automaticamente nel caso in cui esistano tali dati.

    Personalmente se non fossi soddisfatto di un acquisto, se il bene acquistato non dovesse corrispondere a quanto pubblicizzato allora, mi rivolgerei al negozio dove l’ho comprato, al produttore se necessario, chiedendo chiarimenti o eventualmente il risarcimento di quanto speso.

    Cordialmente.

    Nicola Salvatore
    Amm.re unico
    Logica Informatica s.r.l.

  • ifarmaci sarebbe l’applicazione iPhone italiana più venduta?
    un orrendo prontuario per medici da più di 30 euro?

    e vende più di autovelox maps?

    più di corriere e repubblica? più della gazzetta dello sport?

    più del (bleah!) grande fratello?

    e quale sarebbe il comunicato apple in cui si dice questa fesseria?!?

    ragazzi voi siete fuori di testa!!! offendete tutti gli sviluppatori di successo italiani con le vostre balle!!! e se pensate che vi crediamo offendete anche noi lettori!!!!

  • ….FarmaciaPlus, non ifarmaci (fosse un lapsus freudiano quello di pasquino) è l’applicazione iPhone italiana più venduta.
    Si può verificare avviando iTunes e selezionando in sequenza:
    “APPSTORE” -> “Itunes rewind 2009:apps” -> “elenco completo”; FarmaciaPlus è la 21° in assoluto e prima tra quelle italiane.

  • sì, certo, farmacia+.

    non è “la più venduta”. è quella che ha incassato di più.

    c’è una bella differenza
    (soprattutto per voi!)

  • Sicuramente non si può competere con i download delle applicazioni gratuite, tra quelle a pagamento FarmaciaPlus è in testa come applicazione “italiana” nella classifica redatta da Apple.
    Sviluppiamo software e lo facciamo per mestiere. Trova anomalo tutto ciò?
    Mi pare che facciate la stessa cosa!
    Vi auguro almeno il nostro successo!
    …anche buon Natale.

    Auguri, e grazie ancora al webmaster per averci consentito di prendere visione del Blog.

    Nicola Salvatore

  • Comunque mi dispiace dirlo ma sia ifarmaci che farmacia+ sono due applicazioni -bruttine- solamente per specialisti (personalmente non le acquisterei mai) e fatte se non sbaglio da aziende (?)
    parlo di altri casi di successo italiano. sviluppatori con un nome ed un cognome..leggere ogni tanto qualche rivista Wired ad esempio …io queste liste non trovo nessun prontuario ma trovo il mio nome.
    ciao

  • pasquino ti ricordo che questo spazio non è il tuo ma è di tutti…. gli utenti che hanno acquistato le applicazioni che tu stai criticando hanno
    tutto il diritto di segnalare eventuali anomalie. Ma tu ? Sembra quasi una vendetta personale. Qual’è la logica dei tuoi interventi ? Inoltre se devi fare delle critiche ad
    iFarmaci lo devi fare sul post appropriato e non qui.

  • Caro alessandro ma di che parli???
    quale vendetta ? mi sa che sbagli mira.

    non sto qui a far critiche ai vostri prodotti (ho solo detto che sono bruttine e mi sembra ci sia ancora libertà di pensiero in questo paese)

    ma quando leggo per caso una cosa che non è assolutamente vera rispondo!

    io stavo solo dicendo che ci sono altri singoli sviluppatori iphone che non appartengono ad aziende che hanno venduto (non solo in termini economici ma anche..) molto di più di applicazioni di nicchia come possono essere quelle citate da nsalvatore.

    continuate pure a sviluppare le vostre app di nicchia sicuramente avete un mercato,
    ma io sto parlando di milioni di download e non di unità al giorno.

    Vogliamo parlare di De Bortoli ? di Pifferi ? di Fornaro ?

    ciao
    Matteo.

  • se c’è qualcuno che sbaglia questo sei tu… parli di vostri prodotti….quali vostri prodotti..guarda che questo è un blog…libero
    le applicazioni non sono nostre… proviamo a presentare le applicazioni, le notizie i prodotti che più ci colpiscono……e non rusciamo nemmeno a pubblicarle tutte
    questo post parla di un’applicativo per iPhone specializzato nel campo medico…e basta…
    siamo felici che voi commentate, ma per cortesia rimaniamo in tema senza offendere nessuno
    abbiamo interpellato gli sviluppatori di FarmaciaPlus perchè fossero informati sulle anomalie lamentate dagli utenti…
    se poi nella risposta che hanno dato si sono fatti un pò di pubblicità che male c’è del resto noi tutto il giorno facciamo pubblicità gratuita a tutti
    grandi aziende e piccoli sviluppatori….ma probabilmente non conosci questo blog……

  • se dire dare delle “bruttine” a due applicazioni significa offendere allora tanto libero non mi sembra sto blog.(scusate sviluppatori di una e l’altra la prossima volta userò un termine tipo diversamente belle per essere politically correct)

    Se libero significa che chiunque può scrivere qualsiasi cosa senza essere “ripreso” allora allora è libero.

    Tu mi hai detto che cerco vendetta…non mi tu mi abbia fatto qualcosa! mi devo preoccupare? (forse dopo questi tuoi commenti avrei voglia di vendicarmi) quell’altro mi ha detto che faccio dei lapsus freudiani.
    mi sa che qui quello da ricoverare non sono io.

    fate tranquillamente e gratuitamente pubblicità a Farmacia+ e quegli altri o a chi volete voi è il vostro lavoro ed anche questo mio transito fa traffico.

    io forse non conosco il blog ma voi non conoscete i nomi che vi ho citato prima tantomeno Taibi

    saluti da
    un semplice e solitario sviluppatore che avuto il solo successo di avere una app prima assoluta tra quelle in vendita (non certo i successi di questi farmacisti!)
    passo,chiudo e cancello dai preferiti!
    buona discussione!

  • la tua risposta si commenta da sola….esaltazione allo stato puro…
    inoltre non sappiamo nemmeno chi sei veramente…..
    e comunque continuo a dire che dai dei giudizi senza conoscere veramente le cose….

    guarda un pò questo articolo :
    http://www.spazioiphone.com/sviluppo-applicazioni-iphone/13647/wave-factory-intervista-giuseppe-taibi-un-imprenditore-italiano-negli-usa.html

  • Pasquino, non capisco perché mai tu debba considerare negativo il fatto che un’azienda italiana sviluppi software per iPhone, rispetto all’impresa di sviluppare da soli, cosa che consideri in qualche modo eroica e degna di lode. Io sono esattamente in entrambe le situazioni, sviluppo software per iPhone per diletto personale e per la mia azienda, quella che ha sviluppato FarmaciaPlus: in totale ho partecipato allo sviluppo di più di 15 tra giochi e applicazioni. Si tratta in entrambi i casi di attività che di solito portano a guadagni irrisori e in pochissimi casi si rilevano redditizie; per un’azienda il “conto economico” di attività di questo genere è sempre un punto interrogativo e quindi è ovvio che siamo orgogliosi di essere citati da Apple come l’applicazione italiana che ha fatturato di più.
    Le tue irose esternazioni in merito all’interpretazione dei dati sono infondate, dato che Apple stessa definisce la sua classifica con il titolo “Le più vendute”; per chiunque legga è però ovvio che si debba trattare di un ordine basato sul fatturato visto che le applicazioni in testa alla classifica sono alcune delle più costose, invece che il viceversa.
    Il numero di download, comunque non sarebbe necessariamente un fattore di merito, visto che tra le più scaricate del mondo ci sono scemenze di tutti i generi (iFart e derivati, ad esempio).
    Può darsi che le nostre applicazioni siano meno belle di quanto sarebbe auspicabile, ma questo dipende dal fatto che un’azienda deve dedicare le sue energie e i suoi soldi agli aspetti veramente importanti: in questo caso, il contenuto, un database di più di 170MB faticosamente costruito in alcuni mesi di lavoro; queste applicazioni si giudicano sulla base della loro utilità, in primo luogo, e solo in second’ordine in base alla loro estetica. E ribadisco, che quando un’azienda si getta in un’impresa di questo genere sa bene quanto spenderà ma non sa nulla di se e quanto guadagnerà, quindi è un’operazione da lodare in ogni caso e da parte di qualunque azienda.
    Per un privato cittadino come me e come te si tratta invece solo di decidere come disporre del proprio tempo libero e

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

Trackbacks / Pingbacks

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.