spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

Nokia 5800: anti-iPhone o grande delusione?

Avevamo già parlato del Nokia 5800 qualche tempo fa. Ora, dopo una prova di qualche giorno, vediamo di fare il punto su uno degli apparecchi più ricercati e discussi di questo periodo, anche per la sua presunta concorrenza ad iPhone.

nokia-5800-xpressmusic_1

Nelle ultime settimane abbiamo assistito da parte di Nokia ad una rimodulazione verso il basso del prezzo iniziale del 5800, che ha portato il telefono ad assestarsi su una cifra di poco superiore ai 300€, e quindi molto più vicina a quella annunciata dalla stessa Nokia nei mesi che hanno preceduto il lancio.

Ma veniamo alle funzionalità e alla esperienza d’uso per capire se, prima di tutto, questo apparecchio vale i soldi necessari per acquistarlo e poi, se può essere considerato il primo vero anti-iphone di Nokia.

Dobbiamo dire che la confezione di acquisto è veramente ricca. Oltre naturalmente al telefono e alla batteria da 1320 mAh troviamo:

  • l’auricolare diviso in due sezioni con presa standard da 3.5mm (non in-ear)
  • una memoria aggiuntiva MicroSD da 8gb
  • il mini cd (con la pc suite)
  • i manuali
  • il cavo dati USB
  • una custodia in gomma (in verità piuttoto bruttina)
  • un laccio da polso munito (con un plettro che funge da pennino)
  • un pennino aggiuntivo (da integrare nella scocca)
  • un appoggia-telefono

Queste le caratteristiche in sintesi:

  • Rete: Quadri Band (850/900/1800/1900)
  • Umts
  • Edge
  • Gprs
  • Hsdpa
  • Wcdma
  • Gps
  • Sistema operativo: Symbian OS v9.4 – Serie 60 5th Edition
  • Dimensioni: 111 x 51.7 x 15.5 mm
  • Peso: 109 gr.
  • Display: 3.2″ touchscreen – 360 x 640 pixel – 16 milioni di colori – 24 bit
  • Memoria interna: 81 MB dinamica
  • Memoria esterna: Micro SD Card (in dotazione da 8GB)
  • Fotocamera: 3.2 megapixel (CMOS), dual LED flash, zoom 3x
  • Risoluzione foto: max 2048 x 1536
  • Risoluzione video: 640×480 in qualita DVD 30 frame al sec.
  • Suonerie: True Tone, toni polifonici
  • Autonomia: 400 ore in standby, 460 minuti in conversazione
  • Batteria: 1320 mAh (BL-5J)
  • Radio con RDS
  • Vivavoce
  • Bluetooth
  • Wi-fi, 802.11b/g
  • Lettore: AAC, AAC+, eAAC+, MP3, MP4, M4A, WMA, AMR-NB, AMR-WB, Mobile XMF, SP-MIDI, MIDI Tones (poly 64), RealAudio 7,8,10, True tones, WAV
  • Altro: CPU Clock Rate: 369 MHz – ARM11, Proximity Sensor, accelerometro, Flash Video, WCDMA 2100-1900-900-850, TV Out, Bluetooth Stereo Audio, USB 2.0 High-Speed, Flash Lite 3.0, Flight Mode, software di navigazione GPS preinstallato

Sul  Symbian non c’è molto da dire: è una sistema stabile, user friendly  che nella versione touch non perda nulla della sua funzionalità e usabilità. La disposizione delle funzioni nello spazio non muta: ci sono sempre le solite icone a identificare le diverse voci, organizzate in griglia e sotto-liste.

Per quanto riguarda il touchscreen dobbiamo essere onesti: siamo ancora lontani da iPhone ma non è affatto male. La pressione sulle icone è precisa e ritorna una piccola vibrazione, a conferma che il comando è stato recepito nella maniera corretta e lo scorrimento della rubrica, come anche delle immagini nella libreria corrispondente è a livelli più che accettabili. Sulle icone dovremo premere due volte, come sul pc, ma la risposta sarà veramente veloce.

Nonostante lo scorrimento della rubrica avvenga con una certa artificiosità muovendo la barra laterale o scorrendo i nomi in maniera non proprio fluida e funzionale con le dita, e che una delle tastiere a disposizione per la scrittura debba essere necessariamente utilizzata tramite il pennino integrato nella scocca, noi finora siamo riusciti ad interagire con il 5800 solo con le dita, a testimonianza del buon lavoro (per quanto riguarda l’interfaccia grafica) fatto dai progettisti della Nokia.

La scrittura di SMS , email o note è piuttosto agevole e a disposizione dell’utente ci sono diverse tastiere virtuali che consentono una digitazione veloce e precisa, anche per chi ha dita non proprio piccole. Potremo usare il tastierino virtuale alfanumerico (molto largo e fornito col  T9), veloce e preciso come su tanti altri Nokia; la tastiera estesa (in landscape), anche questa molto ampia e funzionale; la tastiera estesa ma molto piccola, in verticale; e, infine, la scrittura manuale con il pennino.

nokia-5800

Altre novità tecniche implementate in questo 5800 e che funzionano molto bene sono:

  1. l’accellerometro, molto ben tarato e preciso nel cambio di visualizzazione;
  2. il sensore di prossimità, che spegne  il video del tube quando questo viene accostato all’orecchio durante una conversazione;
  3. il sensore della luminosità, che adegua la luminosità dello schermo alla luce dell’ambiente.

Altra sorpresa positiva di questo Nokia è il sistema degli altoparlanti che restituiscono un suono molto alto e privo di distorsioni in riproduzione. 

Il GPS funziona egregiamente e il fix dei satelliti viene effettuato nel giro di una manciata di secondi anche a freddo (dai 10 ai 15 secondi). Purtroppo il software di navigazione, come su tutti gli ultimi dispositivi Nokia che integrano il GPS, è il solito Maps che per essere utilizzato con le istruzioni di guida vocali deve essere acquistato separatamente e, al momento, è l’unico compatibile con la nuova piattaforma (S60 5th ed.).

La batteria supporta bene tutte le feature integrate nel telefono e permette di superare la giornata anche dopo un intenso utilizzo (con una carica piena siamo riusciti a fare diverse telefonate, qualche minuto di utilizzo del GPS e 6 ore piene di navigazione internet usando il telefono come modem per pc). 

La nota dolente è che purtroppo di software a disposizione non ce n’è ancora molto e quello di cui si sente la mancanza è soprattutto un navigatore all’altezza di Tom Tom come anche di interfacce grafiche personalizzabili che possano consentire di sfruttare appieno tutte le potenzialità del telefono.

Sotto un video che illustra brevemente le funzionalità del 5800.

Considerare Nokia 5800 un anti-iphone è forse troppo. Sicuramente non è una delusione come molti vanno paventando in giro: per essere il primo touchscreen della casa finlandese, l’apparecchio non sembra risentire di difetti di gioventù e risulta già ora uno smartphone con una sua personalità e un suo bacino di utenza. 

Concludendo possiamo dire che noi amanti della mela morsicata possiamo continuare ad amare il nostro iPhone guardando dall’alto i suoi presunti rivali, certi di avere tra le mani un apparecchio non ancora eguagliato.

Condividi qui con i tuoi amiciShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

  • Per voi amanti della mela morsicata il tempo di chiacchiere è finito,con l’uscita dell’97 iphone puo andare a farsi benedire…

  • caro Guido, l’importante è crederci……..

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.