spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

DAC : conversione digitale – analogica

Entriamo oggi nel mondo della musica cercando di capire come possiamo ascoltare la nostra musica digitale sull’impianto hifi di casa. Abbiamo visto che a “spasso” per il web non ci sono tante guide che lo spiegano in modo semplice, noi nel nostro piccolo cercheremo di essere più chiari possibili.

Per poter ascoltare la nostra musica liquida (vediamo tra un pò cosa significa) preferita sull’amplificatore di casa abbiamo necessità di utilizzare un’interfaccia chiamata DAC. Un DAC è un convertitore digitale-analogico, è un dispositivo che riceve in input un numero N decimale codificato in binario (0 e 1), tramite n ingressi e lo rappresenta in uscita in forma analogica. Questa definizione alquanto teorica dice che possiamo trasformare dei contenuti digitali, la musica liquida, quali file audio tipo mp3, flac , o musica dei vari spotify, tidal o addirittura di un cd in un formato ascoltabile sul nostro amplificatore hifi di casa. Non ultimo il nostro iPhone collegandolo all’entrata usb del nostro DAC. Un DAC è un dispositivo molto versatile, ne possiamo trovare tanti in commercio, quelli un pò più sofisticati hanno diverse entrate digitali quali possono essere un cavo USB, cavo coassiale, o un entrata in fibra ottica. Gli stessi si possono anche collegare ad internet per trasmettere i contenuti dei vari Spotify, Tidal, Deezer. Quindi un DAC è un dispositivo che fondamentalmente ci farà ascoltare la cosiddetta musica liquida. Dispositivi DAC ce ne sono di tutti i tipi e tutti i prezzi. I prezzi variano sicuramente in base alle caratteristiche tecniche. In base a quante entrate digitali dispongono e alla campionatura del segnale digitale.

La campionatura digitale si misura in Hertz. Tanto più alta è questa misura tanto si aumenterà la larghezza di banda. In poche parole più è alta la frequenza di campionatura è più profondo sarà il suono percepito, meno piatto, meno freddo. La campionatura di un  CD  44.1 kHz,  Potremo avere file musicali a 192kHz fino a  384kHz, il che significa che la lunghezza dell’informazione è significativamente maggiore (e quindi ha una maggiore gamma dinamica) , quindi un suono più profondo come si diceva prima. Non resta a questo punto fare il nostro acquisto e ascoltare la nostra musica.

Condividi qui con i tuoi amiciShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.