spazioiPhone: News sull'iPhone e non solo…iPad…Mac..iPod

JOKER : il film

Joker, la storia del supercriminale di Todd Phillips con Joaquin Phoenix sta suscitando un interesse senza precedenti. Fin dal suo debutto è stato capace di vincere il primo premio al Festival del cinema di Venezia.


Il Joker non è il solito film da supereroi con grandi effetti speciali. E’ costato molto meno di qualsiasi altro film dell’universo Marvel e DC Comics. Joker , dai fumetti al film, la storia del supercriminale, che coinvolge un personaggio il cui curriculum sul grande schermo include già dei vincitori di Oscar . Dopo la versione di Jack Nicholson del 1989 sembrava che nessuno avrebbe mai superato quella forza espressiva, almeno fino all’arrivo di Heath Ledger che, per Il cavaliere oscuro, vinse addirittura la statuetta postuma: dopo di lui qualsiasi tentativo di dar vita al clown psicopatico di Gotham sembrava un’impresa impossibile.

Cosa ottieni se metti insieme un malato di mente solitario con una società che lo abbandona e poi lo tratta come immondizia? Te lo dico io che cosa ottieni: ottieni quel cazzo che ti meriti.

Il Joker, un’incarnazione della pura anarchia, può essere leggero o pesante, spaventoso o divertente o tutto in una volta. Può sogghignare come Jack Nicholson, ringhiare come Heath. Il personaggio incarnato da Joaquin Phoenix, ride, e piange e della sua sofferenza delle ossessioni si nutre un fantastico Robert De Niro nel suo talk show.


L’alter ego del Joker: un uomo solo e danneggiato che vive lavorando come pagliaccio a noleggio e vive in un appartamento triste con sua madre (Frances Conroy). Phillips, che ha scritto la sceneggiatura con Scott Silver, ci riporta ai brutti vecchi tempi di Gotham City, quando il lavoro era scarso, i topi dilagavano e la spazzatura riempiva le strade. Fleck è vittima di bullismo da parte di bambini, poveri ladri e di uomini ricchi ubriachi, spinti fino al punto di essere assassinati. Ha una cotta per un vicina (Zazie Beetz) che pensa possa essere ricambiata. Tiene un quaderno con del materiale a supporto della sua aspirazione di andare su un palco a raccontare storie divertenti.
Troviamo ad un certo punto della trama intrecci con Batman. Arthur ha un legame con la famiglia Wayne, incontra Alfred il maggiordomo e il giovane Bruce.
Magro, nervoso e talvolta sorprendentemente grazioso – Phoenix è uno dei ballerini sottovalutati dello schermo moderno . Le risate incontrollabili di Arthur derivano da una condizione medica che è probabilmente il risultato di abusi infantili. La sua profonda alienazione deriva anche dalla disuguaglianza sociale, dal declino della civiltà, dalla corruzione politica, dalla televisione, dalla burocrazia governativa e da una serie di altre cause.

Il film rappresenta la sofferenza di una persona, causata dalla società umana con lo consuma e lo fa impazzire, a tal punto che una volta ottenuta un ‘arma gli consentirà di eseguire efferati omicidi, omicidi che lui stesso confesserà e commenterà in diretta televisiva.

Condividi qui con i tuoi amiciShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Se vi é piaciuto questo articolo potete iscrivervi alla nostra newsletter NEWSLETTER alla nostra pagina FACEBOOK oppure seguirci su Twitter

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.